You are here
Home > Ristrutturare > Ristrutturazione casa mare: idee e consigli

Ristrutturazione casa mare: idee e consigli

La perfetta imperfezione delle case di villeggiatura
Locali accoglienti ma pratici

Chi pensa alla casa al mare come ad una dimora perfetta, ordinatissima e estremamente raffinata, allora non sta parlando di una casa di villeggiatura.
Le bellissime villette nelle località marine o gli appartamentini che affacciano direttamente sulla spiaggia devono essere soprattutto dedicate al divertimento e al relax e sarebbe inopportuno dedicare eccessive attenzioni a degli ambienti che devono risultare accoglienti ma soprattutto pratici e vivibili a 360 gradi.
Le case di mare hanno bisogno di una ristrutturazione più frequente di quelle cittadine perché sono sottoposte all’azione della salsedine che purtroppo, corrode ogni cosa ed ogni tanto bisogna ridare ‘nuova vita’ alla casa altrimenti assume un aspetto trasandato e non si presenta più accogliente e pulita.
E’ meglio ristrutturarla con piccoli ma frequenti interventi piuttosto che lasciar correre e rimandare perché così facendo, si dovrebbero affrontare spese ragguardevoli anche perché spesso si tende a sottovalutare la ristrutturazione perché le case di villeggiatura si utilizzano al massimo per due mesi all’anno.
La realtà invece è ben diversa perché l’aria salmastra, rovina gli intonaci, arrugginisce infissi di ferro e danneggia alcuni dispositivi installati all’interno.

Risolvere il problema dell’umidità con prodotti impermeabilizzanti

Solo vernici di buona qualità

Quando un appartamento resta chiuso per troppo tempo, l’umidità gioca brutti scherzi e le pareti potrebbero ammuffire. Il risultato è un’atmosfera sgradevole e mura domestiche rovinate dalle macchie di muffa, segno che bisogna intervenire con una certa urgenza.

Gli interventi di ristrutturazione di questo tipo possono essere effettuati anche con la metodica del fai da te se si ha una certa manualità e dimestichezza con vernici e pennelli. Prima di verniciare però, è necessario pulire angoli e mura dalle macchie di muffa e dopo aver lasciato arieggiare i locali si potrà procedere a verniciare le pareti con dei prodotti impermeabilizzanti idonei alle zone salmastre. L’unica raccomandazione è quella di non economizzare sulla vernice altrimenti si rischia di non ottenere un risultato soddisfacente.
Cercate di usare il bianco che si addice benissimo con il paesaggio marino e se volete impreziosire una parete potrete attaccare degli stencil a forma di onda, di pesciolini, di timone o di qualche oggetto che ricordi la spiaggia e le vacanze.

E’ tempo di cambiare gli infissi!

Riverniciare balaustre, ringhiere ed inferriate in ferro o altri metalli

Se date un occhiata alle vostre ringhiere e alle inferriate antieffrazione in ferro, rimarrete meravigliate di come la salsedine le abbia rovinate.
Vedrete antiestetiche incrostazioni di vernice vecchia che tende a distaccarsi dai manufatti lasciando intravedere il colore di vecchie pitturazioni. Anche qui è necessario intervenire prima sverniciando ringhiere ed inferriate e poi verniciandole con una sostanza anti salsedine lucida, impermeabile e protettiva.

Potete effettuare la sverniciatura con della carta vetrata a grana fine oppure utilizzare il flex se siete pratici o altrimenti rivolgervi ad un imbianchino specializzato o ad un fabbro. Visto che siete in piena ristrutturazione, pensate anche al cambiamento degli infissi che se messi in PVC sono l’ideale perché resistono alla salsedine e agli agenti atmosferici avversi. Inoltre, con gli infissi in PVC si ottiene un ottimo isolamento termo acustico e gli ambienti resteranno riparati dall’umidità e dalla salsedine anche quando voi non dimorerete nella casa al mare.

Lascia un commento

*

Top