You are here
Home > Idee Casa > Sostituire i filtri della cappa da cucina: quando e perché farlo

Sostituire i filtri della cappa da cucina: quando e perché farlo

Tutti noi abbiamo una cappa all’interno della nostra cucina, eppure chi sa dire qual è il modo migliore per prendersene cura e farla durare nel tempo? La cappa, spesso messa in secondo piano rispetto ad altri elettrodomestici presenti in casa, ricopre un ruolo molto importante, che consiste nel pulire l’aria che respiri da cattivi odori e da altre particelle emesse in fase di cottura degli alimenti.

Per questo motivo è fondamentale occuparsi non solo di sgrassare periodicamente la sua superficie, ma anche prendersi cura dell’igienizzazione delle sue parti interne. I filtri della cappa non devono quindi essere in alcun modo trascurati, poiché necessitano di essere sostituiti e rigenerati periodicamente.

Ogni quanto bisogna cambiare i filtri della cappa?

La risposta è: dipende. I filtri possono infatti variare a seconda della tipologia di cappa che hai installato nella tua cucina.

I filtri antigrasso sono presenti sia nelle cappe aspiranti, che espellono l’aria aspirata attraverso un condotto esterno, che in quelle filtranti, le quali invece purificano l’aria all’interno dell’abitazione. La sostituzione di questi filtri deve avvenire ogni due mesi, perché hanno uno scopo ben preciso: assicurare il funzionamento del motore della cappa evitando che si accumuli grasso al suo interno. Se i tuoi filtri antigrasso sono sintetici, puoi buttarli e installarne nella cappa di nuovi, mentre se possiedi dei modelli in metallo o in alluminio, puoi lavarli comodamente a mano o in lavastoviglie.

Un’altra tipologia di filtri in commercio è quella antiodore, ma interessa esclusivamente chi possiede una cappa filtrante. Sono i cosiddetti filtri a carboni attivi, che grazie alle loro proprietà assorbono l’aria, catturano gli odori e reintroducono nell’ambiente aria pulita e rigenerata.

Nel negozio online di Faber puoi acquistare numerose tipologie filtri a carboni attivi. Oltre ai filtri antiodore standard, che richiedono la sostituzione ogni due mesi, è possibile optare per soluzioni di lunga durata come i filtri High Performance, che hanno invece una durata di ben sei mesi. L’azienda produce anche altre interessanti possibilità ecologiche, performanti e funzionali, come i filtri Long Lasting che possono essere usati per tre anni oppure i filtri ceramici che puoi rigenerare comodamente in forno e far durare oltre due anni.

Perché è importante sostituire i filtri periodicamente?

Le cappe da cucina, come un qualsiasi altro elettrodomestico di casa, richiedono una precisa manutenzione e necessitano di pulizia costante. Prendendo il caso di un’eccellenza come Faber, abbiamo la certezza che tutte le parti delle cappe prodotte da questa azienda sono sicure e autoestinguenti, ma una scarsa pulizia periodica dei filtri potrebbe comunque creare degli accumuli di grasso e con il tempo provocare un incendio.

La sostituzione o il lavaggio dei filtri, a seconda del modello acquistato, rappresenta quindi il modo più certo di mantenere la tua cappa non solo pulita, ma anche sicura e al massimo delle sue prestazioni di aspirazione.

Top