You are here
Home > Fai Da Te > Ritocco foto: le regole da seguire per ottenere buoni risultati

Ritocco foto: le regole da seguire per ottenere buoni risultati

Il ritocco delle fotografie oggi è interpretato nella sua accezione negativa per via delle esagerazioni, talvolta anche piuttosto maldestre, a cui assistiamo sui social. Eppure migliorare la qualità di una fotografia serve a renderla più gradevole e nitida correggendo i piccoli errori di cui non ci accorgiamo durante lo scatto. Se ti interessa imparare a ritoccare le foto e vuoi cominciare con il piede giusto dovresti assolutamente seguire i nostri consigli per ottenere sempre buoni risultati.

Gli strumenti giusti ma senza esagerare

La prima cosa che devi fare è utilizzare un buon editor per foto, che non preveda solamente la possibilità di apporre filtri e adesivi perché il ritocco è tutta un’altra cosa. Si tratta di un’attività come il trucco da viso che non dovrebbe mai mascherare il volto ma renderlo più gradevole nascondendo i difetti e dando risalto ai pregi. Quindi il ritocco non consiste nell’apporre una quantità infinita di filtri o nell’utilizzare in maniera spropositata i valori di esposizione, colore, saturazione e contrasto. In realtà è un piccolo intervento correttivo, di cui le persone non dovrebbero neanche accorgersene.

Perfezionare non significa mutare radicalmente

Eppure il ritocco oggi è utilizzato in maniera massiccia per rimuovere brufoli, ridimensionare corpi e mascherare altre imperfezioni fisiche. Il punto è che esagerare con il ritocco sulle nostre fotografie comporta una differenza fin troppo netta tra la fotografia e la realtà, distorcendo l’immagine che gli altri percepiscono di noi. Al tempo stesso un utilizzo intensivo dei ritocchi fotografici potrebbe farci sfuggire la vista di difetti dello sfondo e dettagli dell’ambiente che vengono distorti da pennelli, cancellini e altri strumenti.

Senza un’idea non otterrai l’effetto sperato

Il ritocco non è una semplice attività per la rimozione dei difetti ma l’occasione tecnica per migliorare lo stile, l’atmosfera e l’effetto finale della foto. I grandi studi fotografici effettuano lavori approfonditi e accurati in fase di post-produzione proprio perché è una fase fondamentale della fotografia. Senza una base di conoscenze rischiamo di commettere errori molto frequenti per i quali basta dare una sbirciata su Instagram per capire di cosa stiamo parlando. Per esempio molto spesso troviamo lavori dai quali emerge che non c’è un’idea di fondo o dove non si capisce l’intento della fotografia. L’assenza di una missione porta a correggere troppo la foto e, quindi, a calcare la mano con toni e modifiche.

Non esagerare con gli strumenti imprecisi

Inoltre per scrollarsi di dosso l’effetto amatoriale e improvvisato del ritocco conviene non esagerare con la rimozione delle imperfezioni perché queste daranno al soggetto un effetto finto ed eccessivamente patinato. Questo accade molto spesso per i volti sui quali è stato usato in maniera indiscriminata lo strumento che leviga la pelle e che la rende irrealistica. Lo stello vale per i fotomontaggi imprecisi, privi di ombre e di prospettiva rispetto all’ambiente o all’utilizzo esagerato dell’HDR che rendono lo scatto finto ed estremizzato. Per ottenere un effetto naturale e gradevole gli strumenti di ritocco devono essere utilizzati a piccole dosi in modo tale che chi guarda la foto non se ne accorga.

Top