You are here
Home > Idee Casa > Arredamento in Stile Giapponese

Arredamento in Stile Giapponese

Arredare in stile giapponese: eleganza e minimalismo

Quando si arreda la propria casa non bisogna soltanto pensare alla quantità di mobili da inserire in base alla metratura e alla funzione che essi debbano svolgere. Arredare è anche e soprattutto una forma d’arte, in cui la casa è il luogo dove dare sfogo alla fantasia. Esistono diversi stili che possono rendere la propria abitazione unica, creativa e, allo stesso tempo, contraddistinta da una certa funzionalità. Uno di questi è lo stile giapponese, in grado di miscelare eleganza e minimalismo, elementi di distinzione del vivere secondo le usanze del Sol Levante. Vero è che, oggigiorno, i giapponesi arredano casa alla maniera occidentale, sebbene non manchino mai il raffinato minimalismo e l’essenzialità. Ma anche i nipponici, se sono alla ricerca di uno stile unico per la propria abitazione, si affidano all’arredare in stile giapponese tradizionale.

Come arredare in stile giapponese la propria casa

stile-giapponeseInnanzi tutto, occorre avere degli spazi piuttosto ampi, per evitare di collocare i mobili troppo vicini. L’eventuale presenza di ampie vetrate permetterà di avere un suggestivo ambiente in stile giapponese. I materiali da scegliere è meglio che siano naturali (anche se hanno un costo più elevato), perché tipici dell’arredamento tradizionale giapponese. Per prima cosa, il pavimento va rivestito in tatami, ossia delle stuoie composte da paglia di riso, sulle quali bisogna camminare senza scarpe, per non rovinarle. Vanno, poi, apposti dei divisori di ambienti, in carta di riso semitrasparente. Per quanto riguarda i mobili, occorre collocare dei tavolini bassi e dei cuscini. I giapponesi (anche nell’arredamento moderno) utilizzano pure i kotatsu, ossia dei tavolini bassi(in legno o bambù), in mezzo ai quali si possono infilare delle coperte o dei futon, in grado di riscaldare soprattutto le gambe. Questo tipo di tavolino, comodissimo durante l’inverno, è consigliato maggiormente nelle case che non hanno il riscaldamento. Infatti, i kotatsu oggi sono riscaldati tramite un impianto elettrico, fissato al telaio del tavolo. In generale, arredare in stile giapponese significa avere meno mobili possibili, anche se inserire degli oggetti tipici non stonerebbe mai, così come qualcosa di particolare, come ciottoli di fiume accostati a piante.

Balcone, terrazzo o giardino in stile zen

Chi possiede un giardino, ma anche un terrazzo o un semplice balcone (anche piccolo) può trasformarlo in un angolo zen. Basta ricoprire gli spazi di pietre e ghiaia, inserendo delle pedane in legno, sulle quali poter camminare. Si può aggiungere anche qualche piantina, come un bonsai. Per chi ha a disposizione spazi esterni più ampi, piante grandi e piccole fontane possono completare il tutto, da arricchire con uno stagno in cui far vivere delle carpe, uno dei simboli del Giappone per eccellenza. In un giardino zen non deve mancare una tipica lanterna in pietra o in sabbia. Arredare in stile giapponese, quindi, significa cercare di fare del relax e della pace interiore il proprio stile di vita, vivendo gli spazi della propria casa in maniera intima, raffinata e, soprattutto, originale.

Lascia un commento

*

Top