You are here
Home > Idee Casa > Parquet prefinito: la bellezza del legno a costi contenuti

Parquet prefinito: la bellezza del legno a costi contenuti

Avere una casa con il parquet è il sogno di moltissime persone poiché è una pavimentazione calda e accogliente e allo stesso tempo rende l’ambiente domestico elegante e raffinato. Tuttavia, il parquet tradizione ha dei costi elevati, o comunque non sempre accessibili, sia per quanto riguarda i materiali che vengono utilizzati sia per la tecnica e le tempistiche di posa delle doghe o dei listelli. Pertanto in molti preferiscono accantonare questa scelta e optare per un classico pavimento in ceramica.
Per tale ragione, negli ultimi anni si è diffuso il cosiddetto parquet prefinito.

Il parquet prefinito

Il parquet prefinito è una valida alternativa a quello tradizionale poiché, proprio come quest’ultimo, conferisce all’ambiente un’atmosfera calda ed elegante, ma con dei costi contenuti. Esso, infatti, è immediatamente calpestabile, non richiedendo quindi verniciatura e lamatura. Inoltre, è molto più semplice da mantenere. Esistono diverse tipologie di parquet prefinito: in legno massello, cioè in legno pieno, o multistrato.

Parquet prefinito in legno massello

Questa tipologia di parquet si caratterizza per l’utilizzo di listoni esclusivamente in legno nobile, già levigato e verniciato durante la fase di produzione, e per la sua velocità di posa, proprio come avviene per quello multistrato.

Parquet prefinito multistrato

Il parquet multistrato, invece, è il più diffuso. Esso è composto da due strati diversi di legno:
uno di supporto, solitamente in Abete, Betulla o Pino di Svezia, altamente durevoli e resistenti pur non essendo particolarmente pregiati, e uno strato di calpestio in legno nobile, di vari colori, venature e tipologie.
L’utilizzo di più strati permette di bilanciare resistenza, praticità ed estetica. Inoltre ha dei costi molto contenuti. Ogni listone ha uno spessore che va dai 7 ai 15 millimetri circa. Di questi, almeno 6 o 10 devono essere in legno di supporto, mentre i restanti in legno nobile. Anche la lunghezza dei listelli è variabile e può raggiungere persino i 3 metri.

Posa del parquet prefinito

Generalmente la posa avviene con l’utilizzo della colla. Tuttavia, per il parquet prefinito multistrato si preferisce un particolare tipo di posa detta “flottante“, cioè un tipo di applicazione molto semplice, economica e veloce che non necessita di lavori preliminari di preparazione, poiché non bisogna demolire il vecchio pavimento. Per tale ragione, oltre ad essere il più diffuso, l’utilizzo di questo parquet è consigliato nei casi di ristrutturazioni parziali di un ambiente interno.

Costi

I costi dipendono dalla qualità del legno di calpestio e dalla posatura. Altri fattori che influiscono sul prezzo riguardano il disegno e le venature del legno, la finitura, lo spessore dello strato di legno nobile, il numero di strati e la lunghezza del listello: è chiaro che più lungo sarà, più aumenta il prezzo.

Manutenzione e pulizia del parquet prefinito

Per pulire e mantenere tale il parquet prefinito, non sono necessari particolari accorgimenti. E’ sufficiente utilizzare un panno umido e un detergente, meglio se neutro, per mantenere il parquet splendente e pulito.

fonte: it.wikipedia.org/wiki/Parquet#Parquet_prefinito

fonte: www.parquettista.roma.it

fonte: www.parquettista.roma.it/parquet-prefinito/

 

Lascia un commento

*

Top